U20R, Così non va

IMG_20171031_141214Brutto risveglio per la Under 20 maschile che esce sconfitta dalla seconda trasferta di campionato in quel di Loano.

La squadra ha mostrato gli stessi difetti evidenziati nella prima di campionato contro l’Auxilium e mitigati in quel caso da una vittoria convincente dovuta alla differenza di caratura tra le due squadre. Come le differenze si sono assottigliate, quei limiti sono diventati una montagna difficilissima da scalare. La squadra ha evidenziato enormi limiti tecnici in gran parte figli di altrettanti limiti caratteriali e di personalità che poi sono il problema maggiore.

L’incapacità di imporre il proprio gioco e di imporre il ritmo alla partita dipendono da una mancanza di fiducia nel gruppo che spinge sempre alla ricerca di soluzioni individuali spesso forzate e fuori luogo. A Loano si sono affrontate una squadra di basket affamata da un lato, e un gruppo di giocatori che sembrava si fossero conosciuti cinque minuti prima dell’inizio della partita e che giocassero perché costretti dal medico. Ma il problema più grande che dovrà affrontare lo staff tecnico riguarda la totale incapacità, oramai strutturale e insanabile dopo due anni di lavoro con questo gruppo, di applicare in partita ciò che si prova in allenamento.

Sembra quasi che i giocatori, una volta iniziato il match, dimentichino completamente chi sono, dove sono e cosa devono fare e si ritrovino proiettati in un campetto all’aperto estivo ad improvvisare come desiderano. Dal lato della cronaca, la partita ha visto le due squadre alternarsi al comando fino al break del Loano che ha chiuso il secondo quarto in vantaggio di sette punti. Nello spogliatoio musi lunghi di chi ha già deciso che la partita è persa.

Invece, nel terzo quarto c’è stata una buona reazione dei vadesi che hanno pareggiato il match e si sono portati per pochi minuti in vantaggio prima di subire nell’ultimo quarto il break del Loano che si è riportata sopra dei nove punti che hanno costituito poi la differenza tra le due squadre nel risultato finale. Tra le individualità spicca solo la prestazione di Giovanni Recagno, al rientro dopo un anno ed unico a cercare di portare lucidità e personalità.

Insomma, la prestazione di Loano diventa il punto di partenza da prendere a riferimento per migliorare e crescere; forse si parte da più in basso di quello che ci si aspettava, ma questo non deve che aumentare gli stimoli e la voglia di far bene.

BK Loano - Pall. Vado 79-70 (18-18; 44-39; 62-58)

Pall. Vado: Marabotto, Pisu, Ismailisufaj 23 Recagno 8 Da Corte 21 Rinino 3 Ferrara, Ghione, Vitiello 2 Franceri 12 Parodi 1 All. Rossello Ass. Gatto e Parodi

design by Tzagi
Copyright 2013 PALLACANESTRO VADO - P.IVA e C.F. 01603080092 Design by TZagi
Joomla Templates by Wordpress themes free